28 Aprile: sciopero degli AEC/OEPAC, gli Operatori educativi per l’autonomia

Contro il regolamento truffa, INTERNALIZZAZIONE SUBITO!

Lo scorso 13 aprile, l’Assemblea Capitolina ha discusso il nuovo regolamento con cui Roma Capitale intende organizzare il servizio degli Operatori Educativi per l’Autonomia .

Un regolamento che CUB e USB respingono senza appello, in quanto non risolve nessuno dei problemi che le lavoratrici e i lavoratori segnalano da tempo.

Ascoltando l’intervento dei Consiglieri Romani sembra di trovarsi di fronte a una svolta verso l’eccellenza del servizio, per l’utenza e per lavoratori:

https://streaming.comune.roma.it/portal/watch/commission/ad49a8fa-05d0-4787-9f60-b291de0fb3c9

se non fosse che c’è anche chi, tra i Consiglieri propone di pagare con i Voucher una categoria già sottopagata e sfruttata che non percepisce salario durante l’estate e le chiusure straordinarie della scuola, con una paga oraria di 7 euro l’ora nette.

Viene richiesto agli operatori di possedere competenze pedagogiche, di somministrare i farmaci, di modulare la propria attività lavorando all’interno della scuola, in ospedale, oppure a domicilio.

Si vuole consentire alle famiglie di scegliere l’ente gestore, creando, di fatto un’ulteriore disparità tra i lavoratori: la famiglia non è presente nel contesto scuola, dove l’operatore lavora in collaborazione con il resto del team scolastico, ciò potrebbe solamente apportare un forte squilibrio al progetto educativo.

Quello che l’Assemblea si appresta ad approvare, praticamente all’unanimità, è un regolamento che frantuma ulteriormente la professione degli OEPAC e non riconosce dignità ad un ruolo fondamentale che consente agli alunni con disabilità di frequentare la scuola, raggiungendo un livello adeguato di autonomia psichica, motoria e relazionale.

La qualità del servizio non può prescindere dalla dignità del lavoro!

L’Assemblea Capitolina del 13 aprile si è conclusa con 30 emendamenti, proposti dalla stessa maggioranza (oltre quelli dell’opposizione) con il parere contrario degli uffici, sulla possibilità, proposta dalla Direttrice di Direzione M.T. Canali del Dipartimento Scuola, che il servizio AEC/OEPAC venga fornito anche alle scuola paritarie.

Su questo aspetto gli Uffici competenti richiederanno il parere del Ministero della Pubblica Istruzione.

I Lavoratori prendono le distanze dalla Politica, che li affama e li deprofessionalizza, continuando a sperperare denaro pubblico. Il 28 Aprile sciopereranno contro il regolamento-truffa che, ancora una volta, garantisce gli interessi delle cooperative e non dà nulla ai lavoratori

L’internalizzazione è l’unica soluzione.

Scioperiamo Giovedì 28: INTERNALIZZAZIONE SUBITO!

CUB Scuola, Università e Ricerca – Roma

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei tuoi profili social. Grazie!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *