Che bella sorpresa!

Continua il percorso, iniziato oltre un anno fa dal Comitato Romano AEC, con l’appoggio di CUB, COBAS e USB, per la re-internalizzazione del servizio di assistenza educativa e culturale per gli alunni con disabilità. Mercoledì 12 febbraio si è svolto il terzo incontro con l’Assessorato al Personale, con l’obiettivo di cercare soluzioni condivise per rimuovere gli ostacoli tecnici e burocratici che inevitabilmente si incontreranno.

Ci riempie di gioia la notizia che CGIL, CISL e UIL, che finora avevano rifiutato qualunque incontro con il Comitato, mantenendo un comportamento  ambiguo, che aveva destato sospetti sul fatto che fossero più interessati a tutelare gli interessi delle Cooperative che quelli dei lavoratori, oggi diano, parere positivo e siano disponibili a sostenere il progetto di ri-pubblicizzazione.

Chissà se a scuoterli è stato il forte coinvolgimento dei lavoratori, che ha portato alla raccolta di oltre 12.000 firme per la delibera di iniziativa popolare, la massiccia partecipazione allo sciopero del 12 dicembre, oppure il fatto che l’Amministrazione ha, da subito, dichiarato la propria disponibilità a reinserire nei ruoli comunali la figura professionale dell’ Assistente educativo e culturale, che era stata portata ad esaurimento dalla Giunta Alemanno.

In ogni caso, meglio tardi che mai!

La CUB continuerà  a sostenere il percorso del Comitato Romano AEC con la propria presenza al tavolo tecnico, al fianco dei lavoratori.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei tuoi profili social. Grazie!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *