Per informazioni o per prenotare il tuo appuntamento: 06 30610371

LA DOCUMENTAZIONE DA INVIARE AL CAF PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. 730/2020

EMERGENZA COVID19: durante il periodo dell’emergenza sanitaria la delega e i documenti necessari per la dichiarazione dei redditi potranno essere inviati tramite scansione o foto in allegato alla email.

  • Documento di identità valido del dichiarante e quello del coniuge in caso di 730 congiunto;
  • Codice fiscale e tessera sanitaria del dichiarante, del coniuge e di eventuali familiari a carico;
  • Dichiarazione dei redditi anno precedente (copia del modello 730 o Unico 2019);
  • Dati del sostituto che effettuerà il conguaglio (denominazione, codice fiscale, cod. sede, indirizzo, telefono, ecc.);
  • Acconti IRPEF versati nel 2018 con F24
  • Ricevute di pagamento F24 per IMU, Tari, Tasi, IUC;
  • Ricevute F24 per compensazione crediti.

Documenti relativi ai redditi percepiti nel 2019

  • Modello CU 2020 per la certificazione unica redditi da lavoro dipendente, pensione, collaborazione, cassa edile, ecc.
  • Dichiarazione sostitutiva della CU del datore di lavoro per redditi percepiti da COLF e Badanti;
  • Modello CU INPS la certificazione unica redditi da indennità pagate dall’Istituto sotto forma di cassa integrazione, mobilità, disoccupazione, ecc.;
  • Modello CU INAIL per la certificazione redditi pagati come indennità dall’Istituto in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale riconosciuta;
  • Assegni periodici di mantenimento pagati al coniuge in caso di separazione/divorzio. Presentare le ricevute di pagamento come bonifici o assegni o sentenza emessa dal Tribunale.
  • Per i redditi percepiti da fonte estera: assegni e/o certificati anche di pensioni estere;
  • Certificati redditi percepiti da fallimenti;
  • Certificati di borse di studio:
  • Certificati redditi da capitale come ad esempio azioni e obbligazioni;
  • Ricevute ritenuta d’acconto redditi di lavoro autonomo occasionale, diritti d’autore, associazione in partecipazione o altri redditi;
  • Corrispettivi per lottizzazione terreni o cessione di immobili avvenuti negli ultimi 5 anni;
  • Redditi diversi percepiti dagli eredi.

Documenti relativi a immobili e terreni:

  • Visura catastale, eventuale valore dell’area edificabile ai fini del calcolo IMU;
  • Atto di acquisto o vendita immobili e terreni acquistati o venduti nel corso dell’anno 2019;
  • Dichiarazione di successione;
  • Voltura di immobili ereditati in successione corredata da visura catastale;
  • Contratto di locazione registrato presso l’Agenzia delle Entrate
    Per i contribuenti che hanno esercitato opzione cedolare secca affitto:
    – Visura catastale dell’immobile dato in locazione;
    – Contratto di locazione registrato all’Agenzia delle Entrate;
    – Ricevuta della raccomandata inviata all’inquilino per la comunicazione di rinuncia all’aumento del canone pattuito nel contratto;
    – Copia del modello RLI per l’adesione alla cedolare secca, modello SIRIA, Modello 69, eventuale F24.

Documenti ristrutturazione, costruzione o interventi di ristrutturazione e/o risparmio energetico abitazione principale:

  • Copia del contratto di mutuo sottoscritto e copia pagamento delle imposte pagate e spese di istruttoria;
  • Copia atto di acquisto dell’immobile, relativi oneri accessori di notaio e intermediazione;
  • Acquisto di box di pertinenza abitazione principale: atto di acquisto e spese accessorie + dichiarazione dei costi di costruzione;
  • Credito d’imposta per il riacquisto prima casa;
  • Imposta ipotecaria o spese di istruttoria in caso di estinzione del mutuo;
  • Autorizzazione/concessione alla costruzione o ristrutturazione dell’immobile corredata da fatture, ricevute fiscali o bonifico bancario parlante che dimostrano per le spese sostenute per le opere, per professionisti, materiali, ecc.;
  • Ricevuta raccomandata inviata al Centro Operativo di Pescara per la comunicazione di inizio lavori;
  • Acquisto immobili ristrutturati: atto di acquisto dove si evinca il diritto alla detrazione;
  • Acquisto mobili e elettrodomestici con Ecobonus per immobili ristrutturati: documentazione che attesti l’avvio delle opere di ristrutturazione, fattura relative alle spese sostenute per l’arredo con l’indicazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti e ricevuta dei bonifici bancari o postali relativi al pagamento delle fatture, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente;
  • Spese per l’acquisto di nuovo frigorifero o congelatore almeno di classe A+: scontrino con indicazione del codice fiscale o fattura;
  • Dichiarazione amministratore in caso di spese di ristrutturazione condominio;
  • Bonifico bancario e fattura a dimostrazione dell’intervento effettuato per riqualificazione energetica degli edifici detrazione 65%: copia documentazione inviata all’Enea.
  • Spese acquisto/installazione motori ad alta efficienza elettrica: fattura e ricevuta di invio all’Enea.

Spese inquilini contratto  di locazione:

  • Spese inquilini contratto di locazione:
  • Canoni locazione inquilini a basso reddito;
  • Canoni locazione abitazione principale per lavoratore dipendente che trasferisce la residenza per motivi di lavoro;
  • Canoni locazione abitazione principale per giovani tra 20 e 30 anni;
  • Canoni alloggi sociali;
  • Canoni di locazione per gli studenti universitari fuori sede: copia contratto di locazione registrato e ricevute di pagamento canone e attestato di frequenza al corso di laurea;
  • Contratti a canone convenzionato.

Spese sostenute nel corso del 2019 per:

  •  Spese per interessi bancari mutui ipotecari: ricevute di pagamento e contratto di mutuo;
  • Spese per attività sportive per figli di età compresa tra 5 e 18 anni: ricevuta di pagamento;
  • Spese mediche: ricevute e fatture, ticket e scontrini dei medicinali acquistati (visite mediche generiche o specialistiche, odontoiatriche o oculistiche, esami di laboratorio, interventi chirurgici, degenze e ricoveri, acquisto protesi sanitarie, spese sanitarie sostenute all’estero);
  • Spese per soggetti con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA);
  • Spese farmaci e dispositivi medici: scontrino parlante ed eventuale documentazione attestante la marcatura CE per i dispositivi medici;
  • Spese per l’acquisto di un veicolo intestato al disabile: ricevuta fiscale o fattura;
  • Spese mediche/assistenza per i portatori di handicap: fatture/ricevute comprovanti la spesa e documento di invalidità o autocertificazione di invalidità;
  • Spese acquisto cani guida per non vedenti: ricevuta di pagamento;
  • Rette pagate per Asili Nido per i quali non si è usufruito del Bonus Asilo Nido;
  • Spese per istruzione: fatture e ricevute fiscali scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori (tasse, contributi, mensa) e corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, tenuti presso università o istituti pubblici o privati, italiani o stranieri;
  • Spese funebri 2019 fatture e ricevute di pagamento;
  • Spese per trasporto pubblico;
  • Spese veterinarie: fatture e ricevute fiscali e scontrino parlante in caso di acquisto medicinali;
  • Spese per assicurazioni vita, infortuni: ricevuta pagamento del premio, contratto polizza stipulata;
  • Spese previdenza complementare individuale: attestato di versamento;
  • Erogazioni liberali novità: ricevute di pagamento;
  • Contributi versati per assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni domestici (assicurazione casalinghe);
  • Contributi previdenziali obbligatori e facoltativi, colf e badanti (versamenti F24 e bollettino postale);
  • Quietanza di versamento a Fondi di previdenza complementare;
  • Assegno periodico pagato al coniuge a seguito di separazione o divorzio: codice fiscale coniuge, ricevute di pagamento e sentenza emessa dal tribunale;
  • Spese per soggetti disabili: mezzi necessari all’accompagnamento, deambulazione, sollevamento o sussidi informatici, ricevuta rilasciata dal soggetto che presta assistenza, certificato medico attestante la condizione di non autosufficienza.

Durante il periodo di emergenza sanitaria la delega e i documenti necessari per la dichiarazione dei redditi potranno essere inviati tramite scansione o foto in allegato alla email

Si raccomanda di inviare tutta la documentazione in un unico file PDF

Scarica il Mod. 730/2020

Scarica le istruzioni 730/2020