La cooperativa Roma 81 non paga la malattia. La protesta degli operatori

Si è svolto stamattina un presidio delle operatrici e degli operatori AEC/OEPA, dipendenti dalla cooperativa sociale Prevenzione e Intervento Roma 81, che non ha pagato, nel mese di Ottobre, i giorni di malattia.

La cooperativa aveva comunicato che avrebbe attivato gli ammortizzatori sociali (FIS) per far fronte al numero di ore contrattualizzate, ma non prestate, a causa della recrudescenza del contagio da Covid 19. Nessuno avrebbe potuto immaginare che l’azienda non intendeva retribuire le giornate di malattia!

Nel mese di Ottobre i lavoratori si sono visti retribuire solo le ore effettivamente prestate, ma non le ore di malattia o di permesso che, secondo la cooperativa, dovrebbero essere coperte dal FIS.

La CUB Sanità ha immediatamente aperto la procedura di sciopero, chiedendo la convocazione della Roma 81 presso la Prefettura, denunciando quanto accaduto anche al Comune di Roma, committente del servizio.

In seguito alla mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori, la cooperativa ha dovuto correre ai ripari, dichiarando che gli importi erogati finora erano soltanto un ACCONTO sulle retribuzioni, che saranno saldate nei prossimi giorni.

Questo episodio è l’ennesima dimostrazione del totale fallimento delle esternalizzazioni, che hanno depredato i servizi pubblici, impoverendo i lavoratori. L’internalizzazione è l’unica soluzione!

CUB Sanità di Roma

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei tuoi profili social. Grazie!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *