Qualcosa si muove per i lavoratori con contratto part time ciclico

Dopo le mobilitazioni dei mesi scorsi, finalmente la legge di bilancio, approvata il 30 Dicembre, contiene una prima parziale risposta alle istanze che, da anni, portiamo avanti, al fianco dei lavoratori con contratto part time verticale ciclico, tra i quali gli operatori educativi per l’autonomia (OEPA) e gli addetti alle mense scolastiche, che nei periodi di sosta non percepiscono alcuna retribuzione e non hanno diritto ad ammortizzatori sociali.

La norma istituisce un “fondo per il sostegno dei lavoratori con contratto part time verticale ciclico”, al quale si potrà attingere nei periodi di sospensione del contratto. Una risposta ancora insufficiente, vista la scarsità delle risorse stanziate (30 milioni per gli anni 2022 e 2023, che dovranno essere ridistribuiti tra migliaia di lavoratori, secondo modalità che verranno delineate in un apposito decreto attuativo).

Restiamo in attesa del decreto, ma la nostra lotta non si ferma. Il nostro obiettivo è l’internalizzazione!

CUB Scuola, Università e Ricerca – Roma

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei tuoi profili social. Grazie!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *